Caltanissetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Caltanissetta (IPA: [kaltanisˈsetta][3], Nissa o Cartanisetta in siciliano) è un comune italiano di 63.290 abitanti[4], capoluogo della provincia omonima in Sicilia.

È il settimo comune capoluogo di provincia più alto d'Italia, preceduto in Sicilia solo da Enna[5], nonché il quattordicesimo d'Italia per superficie, il terzo in Sicilia dopo Noto e Monreale. I suoi abitanti sono detti nisseni.

Di origini incerte, probabilmente sicane, deve il nome agli Arabi che colonizzarono la Sicilia nel IX secolo. Trasformata in feudo dai Normanni, dopo varie vicissitudini passò nel 1405 sotto il dominio dei Moncada di Paternò, che furono i titolari della contea fino al 1812.

Per tutto l'Ottocento, Caltanissetta visse un notevole sviluppo industriale che si protrasse fino alla seconda metà del Novecento: la presenza di vasti giacimenti di zolfo la rese un importante centro estrattivo, tanto da essere conosciuta in passato con l'appellativo di capitale mondiale dello zolfo[6]. L'importanza che rivestì nel settore solfifero è testimoniata dalla fondazione, nel 1862, del primo istituto minerario d'Italia[7], accanto al quale è sorto un museo mineralogico.

Territorio

La città di Caltanissetta si colloca in posizione di rilievo dominante l'intera valle del Salso, che si estende fino a includere la vicina Enna. Morfologicamente ricalca perfettamente le caratteristiche del territorio circostante, molto aspro e di composizione calcareo-argillosa.

La città sorge fra tre colli (Sant'Anna, Monte San Giuliano e Poggio Sant'Elia) che, disposti ad arco, formano una conca entro la quale si sviluppa parte del centro storico e tutti i quartieri meridionali.

Nel vigente Piano Territoriale Paesistico della provincia di Caltanissetta, della Regione Siciliana, Assessorato Beni Culturali ed Ambientali, gran parte del territorio di Caltanissetta ricade nei paesaggi locali n. 9 "Aree delle Miniere", n. 8 "Sistemi urbani di Caltanissetta e San Cataldo" e n. 5 "Valle del Salito".[8]

View the embedded image gallery online at:
http://bbthule.com/index.php/caltanissetta#sigProIdce212fca99

Geologia

Il comune di Caltanissetta ricade, secondo la letteratura geologica, nell'area conosciuta come "Bacino di Caltanissetta". Il rilevamento geologico, delle formazioni geologiche affioranti nell'area del Bacino di Caltanissetta, fu effettuato da Luigi Baldacci[9] e Sebastiano Mottura.[10] Intorno agli anni trenta nuovi studi furono effettuati dal geologo tedesco Behermann[11]. Leone Ogniben (1957) effettuò importanti studi sulla serie solfifera siciliana. Nel 1965 le serie stratigrafiche furono ricostruite da Paolo Schmidt Di Friedberg.[12].
Decima e Wezel pubblicarono studi sulle evaporiti Messiniane, introducendo in Sicilia il complesso evaporitico inferiore e il complesso evaporitico superiore.[13]. Ulteriori recenti studi sono stati effettuati da Aureli A. (1994) "Geomorfologia del Bacino del Fiume Salito (parte orientale)", che tratta aspetti della geologia, di un'area estesa circa 100 chilometri quadrati, del territorio comunale, area compresa tra Caltanissetta, San Cataldo e Santa Caterina Villarmosa.

Recentemente la geologia del territorio di Caltanissetta è stata pubblicata sul web nell'ambito del progetto nazionale CARG (ISPRA - Servizio Geologico - Regione Siciliana - Università di Catania) sulla base dei rilevamenti geologici al 10:000.[14]

Ulteriori conoscenze scientifiche afferenti le scienze geologiche e inerenti al territorio di Caltanissetta sono reperibili nel Piano Territoriale Paesistico della Provincia di Caltanissetta in corrispondenza dei paesaggi locali n. 9, n. 8 e n. 5.[8]

Clima

Il clima è piuttosto continentale, rigido e secco d'inverno, caldo e ventilato d'estate.

Il vento è un elemento climatico della città. Nel periodo invernale possono essere presenti brevi e sporadiche precipitazioni nevose. Le piogge si concentrano nei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, ottobre e dicembre, quasi del tutto assenti in estate.

La temperatura varia molto: le massime invernali sono in media di 9-12 °C, mentre quelle estive di 30-35 °C; le minime variano dalla media di 4-6 °C invernale a quella di 15-20 °C estiva. I picchi sono stati di -7 °C (minimo registrato nel 1934) e di 44.0 °C - massima raggiunta nell'estate del 1983.

B&B THULE

Piazza G. Marconi, 9 - 93100 Caltanissetta (CL)

Coordianate GPS 37.489715 - 14.059991

info@bbthule.com

Tel/Fax +39 0934.585464 / +39 329.8022696